Newsletter n. 6 - 2020 - La scuola del corso - 381-rettifica

 
From: "un corso in miracoli" <ucim@PROTECTED>
Subject: Newsletter n. 6 - 2020 - La scuola del corso - 381-rettifica
Date: February 13th 2020
La Newsletter di UCIM
Associazione Italiana per " Un corso in Miracoli"

è uscita la nuova EDIZIONE UNIFICATA E RIVEDUTA di
"UN CORSO IN MIRACOLI"

- ebook -
per chi fosse interessato il link è
http://www.ucim.it/index.php/libri

*** NOVITA' ***
nella sezione "LIBRI" é finalmente disponibile in italiano il libro
RISVEGLIARSI DAL SOGNO
di Gloria e Kenneth Wapnick
in formato .pdf e
in vendita presso la Foundation for A Course in Miracles.
Per acquistarlo e scaricarlo cliccate qui.

E' pubblicato da Macro Edizioni
"UN CORSO IN MIRACOLI PARLA DI SE' " di PATRIZIA TERRENO
per il LIBRO -> cliccare qui ..........per l'eBook -> cliccare qui


 

Questa rubrica, scritta da Patrizia e inizialmente supervisionata da Kenneth Wapnick, è basata su uno studio strutturato del corso e vuole offrire agli studenti dei piccoli spunti di riflessione guidata. Si prefigge anche di aiutare lo studente volonteroso ed inesperto a riconoscere le trappole che l’ego gli tende proprio mentre cerca di studiare il corso e di applicarne i principi nella propria vita.

LA SCUOLA DEL CORSO

Piccoli spunti di riflessione

-381-

Carissimi studenti del corso,

L’idea di oggi introduce il pensiero che tu non sei intrappolato nel mondo che vedi, poiché se ne può cambiare la causa. Questo cambiamento richiede che la causa venga prima identificata e poi lasciata andare, in modo che possa essere sostituita. I primi due passi di questo procedimento richiedono la tua collaborazione. Quello finale no. Le tue immagini sono già state sostituite. Facendo i primi due passi vedrai che è così.
(L-pI.23.5)

Prima di iniziare a trattare il terzo passo del perdono riprendiamo ancora una volta i due passi precedenti che sono riassunti in questa citazione, e che ho trattato a lungo negli spunti degli anni passati (per accedere all’indice degli spunti, cliccare qui).
Il primo passo è cambiare la causa della nostra sofferenza. Irretiti dall’ego, tutti noi crediamo che tale causa sia il mondo esterno: crediamo di essere tristi per la morte di una persona amata, di essere delusi perché non siamo riusciti a raggiungere un obiettivo, di essere arrabbiati perché qualcuno ci ha mentito o ci ha abbandonato o non ci ha capito, di avere paura perché il futuro ci sembra allarmante. Il Corso ci spiega invece innumerevoli volte che la causa della nostra sofferenza non è rappresentata da quello che il mondo ci ha fatto o sta per farci, ma dall’interpretazione che ne diamo. Nel Manuale per gli insegnanti questo concetto è espresso in modo inequivocabile:

E’ sempre un’interpretazione che suscita emozioni negative, indipendentemente dalla loro apparente giustificazione da parte di ciò che si presenta come un fatto. Indipendentemente, anche, dall’intensità della rabbia che viene suscitata.
(M-17.4:2-3)

Se questo è vero, perché mai dovremmo adottare delle interpretazioni che suscitano in noi emozioni negative? Perché alla base del nostro sistema di pensiero, e quindi delle nostre interpretazioni, c’è un errore di fondo che inquina tutto il nostro modo di vedere. E’ un errore di natura metafisica, la credenza di essere separati dalla nostra Fonte, da Dio. Questo minuscolo errore (non a caso il Corso lo definisce minuscola folle idea, T-28.VIII.6:2) precipita la nostra mente in uno stato di alienazione le cui componenti sono il senso del peccato, la morsa della colpa e soprattutto la paura di Dio. Insomma, quando sono basate su questo errore primordiale le nostre percezioni sono tutte completamente distorte per definizione. E da questo errore primordiale, ci dice il Corso, vengono proprio tutte le nostre sofferenze. Questa è la causa che dobbiamo imparare a identificare con il primo passo del perdono. Se non impariamo a farlo nello specifico delle nostre vicende quotidiane continueremo a credere di essere in balia di un mondo crudele, vittime inermi di forze che sono al di là del nostro controllo.
Ora che la causa - la mente - è stata identificata, dobbiamo fare qualcosa a riguardo. Non basta prendere coscienza dell’unico problema che sta alla base di tutti i nostri problemi apparenti. Dobbiamo anche imparare una strategia per risolverlo. Bene, questa strategia è rappresentata dal secondo passo del perdono: imparare a lasciar andare il pensiero originale di separazione, la minuscola folle idea, accettando al suo posto l’Espiazione [o correzione dell’errore] per noi stessi (T-2.V.5:1).
Beh… in piena onestà è più facile a dirsi che a farsi, perché l’ego cercherà con tutte le sue forze di rimetterci in riga, impedendoci di mettere in discussione la minuscola folle idea e accettare la nostra unione con Dio. E’ per questa ragione che da soli non possiamo farcela, ma abbiamo bisogno dell’aiuto dello Spirito Santo, cioè di quella Presenza dentro la nostra mente che il Corso definisce La Voce Che parla per Dio (C-6.1:2-4. Lo Spirito Santo è il ricordo dell’Amore di Dio dentro la nostra mente, e affidandoci alla Sua Guida potremo lasciare andare l’errore e accettare al suo posto la correzione. Ma ci vuole disponibilità, ci vuole umiltà. Bisogna riconoscere che la nostra forza è in Lui e non nel nostro ego. Questo è dunque il secondo passo del perdono. Lasciare andare la causa (la mente sbagliata) mediante l’aiuto dello Spirito Santo.
I primi due passi sono una nostra responsabilità. E se li facciamo possiamo accedere all’esperienza del terzo passo, il miracolo della pace interiore, che non viene compiuto da noi ma dallo Spirito Santo. Solo facendo i primi due possiamo accedere al terzo. In caso contrario rimaniamo nelle grinfie dell’ego che - manco a dirlo - ci proporrà una sua versione adulterata della pace, basata ovviamente su un qualche cambiamento del mondo esterno, incluso quel cambiamento fittizio che ovviamente all’ego sta tanto a cuore: portare la pace nel mondo invece che nella nostra mente!

Arrivederci e buona settimana!

Tutti gli spunti già pubblicati vengono riuniti in una pagina del sito. Per leggerli, cliccare qui.
Per imparare a trovare le citazioni, cliccare qui.
Per eventuali domande o chiarimenti, scrivere a patrizia.terreno@PROTECTED

***
Troverete sul sito i CORSI condotti da Patrizia Terreno relativi al mese di
FEBBRAIO - MARZO 2020
(25-26 APRILE 2020 - SEMINARIO "LA METAFISICA")



Ecco una nuova domanda che abbiamo appena pubblicato sul nostro sito tradotta tra quelle pubblicate dal sito della "Foudation for A course in miracles" e due revisionate:
 
D 1285
Due persone possono essere in disaccordo sul Corso e tuttavia mantenere una relazione armoniosa?
D 322
La difficoltà nel vederci causa invece che effetto.
D 323
Perché il Corso usa il termine “Figlio” di Dio?

Per consultare il Glossario di Un corso in Miracoli
clicca qui
Per scaricare l'errata corrige per l'edizione Armenia-Macro
clicca qui
Per consultare gli incontri in programma
clicca qui

Se apprezzi il nostro impegno comunicacelo, ci aiuterà a lavorare e creare con maggiore entusiasmo
Puoi aiutarci girando questa newsletter alle tue liste personali, oppure fornendoci il contatto di altre persone interessate.
Informazioni Legge della Privacy: Siamo coscienti che e-mail indesiderate sono oggetto di disturbo, quindi ti preghiamo di accettare le nostre più sincere scuse se la presente non fosse di tuo interesse o se tu non avessi mai richiesto l'invio di questa comunicazione. Questo indirizzo e-mail ci è pervenuto a seguito di una e-mail a noi indirizzata, da iscrizione tramite il sito, da collaboratori, da conoscenti o da pubblici registri, elenchi, documenti di pubblico dominio. In relazione al D.lgs. n° 196 del 30/06/2003 riguardante il “Codice in materia di protezione dei dati personali” il trattamento dei dati sarà improntato ai principi della correttezza, legalità, trasparenza e di tutela della riservatezza dei dati personali. Le comunicazioni riguarderanno esclusivamente le nostre attività istituzionali.
I tuoi dati saranno usati esclusivamente per elaborazioni interne e per l’invio e divulgazione di materiale informativo. Non saranno comunicati ad altri soggetti né saranno oggetto di diffusione pubblica. Qualunque utilizzo improprio di dati personali soggetti alla riservatezza è perseguibile a norma di legge.

ASSOCIAZIONE ITALIANA PER “UN CORSO IN MIRACOLI®
Contrada S. Giuliana 26 - 63010 MASSIGNANO (AP) - Tel/fax: 0735 777065
C.F.: 91027150449 - P.IVA: 02033790441 - email: info@PROTECTED - sito web: www.ucim.it

 

 

  • This mailing list is a public mailing list - anyone may join or leave, at any time.
  • This mailing list is announce-only.

Newsletter

Privacy Policy:

Newsletter