Newsletter n. 44-2018 - La scuola del corso - 338

From: "un corso in miracoli" <ucim@ucim.it>
Subject: Newsletter n. 44-2018 - La scuola del corso - 338
Date: December 5th 2018

è uscita la nuova EDIZIONE UNIFICATA E RIVEDUTA di
"UN CORSO IN MIRACOLI"

- ebook -
per chi fosse interessato il link è
http://www.ucim.it/index.php/libri

La Newsletter di UCIM
Associazione Italiana per " Un corso in Miracoli"

E' pubblicato da Macro Edizioni
"UN CORSO IN MIRACOLI PARLA DI SE' " di PATRIZIA TERRENO
per il LIBRO -> cliccare qui ..........per l'eBook -> cliccare qui


 

Continua con questa newsletter la rubrica, scritta da Patrizia e inizialmente supervisionata da Kenneth Wapnick, che è basata su uno studio strutturato del corso e vuole offrire agli studenti dei piccoli spunti di riflessione guidata. Non si propone di sviscerare i grandi temi del corso, cosa che può avvenire soltanto attraverso un serio lavoro individuale ed eventualmente attraverso l’aiuto fornito dai seminari, ma di aiutare lo studente volonteroso ed inesperto a riconoscere le trappole che l’ego gli tende proprio mentre tenta di studiare il corso e di applicarne i principi nella propria vita.

LA SCUOLA DEL CORSO

Piccoli spunti di riflessione

-338-

Carissimi studenti del corso,

Non usare alcuna relazione per restare attaccato al passato, ma rinasci con ciascuna di esse ogni giorno. Un minuto, anche meno, sarà sufficiente per liberarti dal passato e dare la tua mente in pace all’Espiazione. Quando ognuno sarà per te il benvenuto come tu stesso vorresti essere il benvenuto da tuo Padre, non vedrai alcuna colpa in te. Poiché avrai accettato l’Espiazione, che ha sempre continuato a risplendere dentro di te per tutto il tempo in cui sognavi la colpa e non volevi guardare dentro per vederla.
(T-13.X.5:2-5)

In questi giorni che precedono il Natale cerchiamo di fare pratica di perdono, in modo da applicare tutta la teoria che abbiamo affrontato negli ultimi mesi, relativa all’accettazione dell’Espiazione per sé stessi (per rileggere gli spunti relativi, cliccare qui) Abbiamo visto che il mezzo dell’Espiazione è il perdono (C-in.1:3) E abbiamo anche visto che la parola perdono ha nel Corso un significato diverso da quello che normalmente viene attribuito a questo termine, perché perdonare significa, nel Corso, riconoscere che quello che pensavamo ci fosse stato fatto dagli altri, in realtà non è accaduto (L-pI.1.1:1). Per perdonare, il Corso ci insegna varie procedure che sono sintetizzate nella lezione 23 con tre passi successivi (L-pI-23.5):

1- il primo passo consiste nel riconoscere che le accuse che facciamo agli altri non sono altro se non proiezioni di un nostro problema interiore, la credenza nella separazione, che avvelena la nostra mente. Questo veleno appare sotto forma di un devastante senso di colpa dal quale cerchiamo continuamente di liberarci proiettandolo sugli altri. Il nostro continuo e dolorosissimo “sognare la colpa” (perché di sogno si tratta, in quanto non ha nulla a che fare con la nostra realtà di innocente Figlio di Dio) ci ha impedito di guardare dentro di noi, spingendoci a vedere la colpa sempre fuori di noi, e mai all’interno della nostra mente, allo scopo di negare o almeno ridurre l’intensità della nostra angoscia.

2- Se finalmente ci decidiamo a guardare al nostro interno, liberando gli altri delle colpe che avevamo proiettato su di loro, in una fase iniziale prenderemo proprio contatto con quella colpa che avevamo negato cercando di proiettarla all’esterno, ma grazie all’aiuto dello Spirito Santo, Che invocheremo prontamente con il secondo passo del perdono, ci apriremo finalmente alla possibilità di vedere miracolosamente scomparire quell’illusione di colpa dalla nostra mente.

3- Lo Spirito Santo sostituirà prontamente le nostre immagini malate (le percezioni di colpa) con immagini guarite (le percezioni dettate dalla pace interiore) e noi avremo così accettato l’Espiazione per noi stessi, come il terzo passo ci promette. Potremo a questo punto riconoscere che la pace era già presente, e che da sempre ha continuato a risplendere in noi, perché le immagini erano già state sostituite. Eravamo semplicemente noi coloro che non volevano prenderne atto.
Proviamo dunque, in questi giorni, a sperimentare la gioia e la libertà dall’angoscia interiore della colpa che il Corso ci promette.

Pensiamo a quelle relazioni che ancora sembrano farci soffrire, e focalizziamoci su di esse. Basterà un minuto, anche meno. Sarà sufficiente per liberarci dal passato e dare la nostra mente in pace all’Espiazione. Sarà sufficiente per dare il benvenuto al fratello che proprio oggi scegliamo di perdonare.

Dì quindi a tuo fratello:
Ti do allo Spirito Santo come parte di me stesso.
So che sarai liberato, a meno che io non voglia usarti per imprigionare me stesso.
Nel nome della mia libertà scelgo la tua liberazione, perché riconosco che saremo liberati insieme.
(T-15.XI.10:4-7)

Sarà questo il più ben dono di Natale che potremo fare a lui e a noi.

Arrivederci e buona settimana!

Tutti gli spunti già pubblicati vengono riuniti in una pagina del sito. Per leggerli, cliccare qui.
Per imparare a trovare le citazioni, cliccare qui.
Per eventuali domande o chiarimenti, scrivere a patrizia.terreno@ucim.it

***
Abbiamo inserito sul sito l'avviso di
Gruppi di studi ed approfondimento
CONDOTTI da
Isabella Popani

***
Troverete sul sito i CORSI condotti da Patrizia Terreno relativi al mese di
AGGIUNTI NUOVI a DICEMBRE 2018-seminario "LA METAFISICA" a MARZO 2019

 

Ecco una nuova domanda che abbiamo appena pubblicato sul nostro sito tradotta tra quelle pubblicate dal sito della "Foudation for A course in miracles" e due revisionate:
 
D 1234
E’ possibile che molteplici resoconti differenti della storia siano tutti corretti?
D 214
Quali sono tutte le differenti “forme” del programma di studi universale?
D 215
In che modo dovrei pregare?

Per consultare il Glossario di Un corso in Miracoli
clicca qui
Per scaricare l'errata corrige per l'edizione Armenia-Macro
clicca qui
Per consultare gli incontri in programma
clicca qui

Se apprezzi il nostro impegno comunicacelo, ci aiuterà a lavorare e creare con maggiore entusiasmo
Puoi aiutarci girando questa newsletter alle tue liste personali, oppure fornendoci il contatto di altre persone interessate.
Informazioni Legge della Privacy: Siamo coscienti che e-mail indesiderate sono oggetto di disturbo, quindi ti preghiamo di accettare le nostre più sincere scuse se la presente non fosse di tuo interesse o se tu non avessi mai richiesto l'invio di questa comunicazione. Questo indirizzo e-mail ci è pervenuto a seguito di una e-mail a noi indirizzata, da iscrizione tramite il sito, da collaboratori, da conoscenti o da pubblici registri, elenchi, documenti di pubblico dominio. In relazione al D.lgs. n° 196 del 30/06/2003 riguardante il “Codice in materia di protezione dei dati personali” il trattamento dei dati sarà improntato ai principi della correttezza, legalità, trasparenza e di tutela della riservatezza dei dati personali. Le comunicazioni riguarderanno esclusivamente le nostre attività istituzionali.
I tuoi dati saranno usati esclusivamente per elaborazioni interne e per l’invio e divulgazione di materiale informativo. Non saranno comunicati ad altri soggetti né saranno oggetto di diffusione pubblica. Qualunque utilizzo improprio di dati personali soggetti alla riservatezza è perseguibile a norma di legge.

ASSOCIAZIONE ITALIANA PER “UN CORSO IN MIRACOLI®
Contrada S. Giuliana 26 - 63010 MASSIGNANO (AP) - Tel/fax: 0735 777065
C.F.: 91027150449 - P.IVA: 02033790441 - email: info@ucim.it - sito web: www.ucim.it

 

 



<< Previous: Newsletter n. 43-2018 - La scuola del corso - 337

| Archive Index |

 

(archive rss , atom rss/atom )

this list's archives:


Newsletter
Subscribe to un corso in miracoli

* Required