Newsletter n. 27-2019 - La scuola del corso - 365

 
From: "un corso in miracoli" <ucim@PROTECTED>
Subject: Newsletter n. 27-2019 - La scuola del corso - 365
Date: August 1st 2019

 

è uscita la nuova EDIZIONE UNIFICATA E RIVEDUTA di
"UN CORSO IN MIRACOLI"

- ebook -
per chi fosse interessato il link è
http://www.ucim.it/index.php/libri

La Newsletter di UCIM
Associazione Italiana per " Un corso in Miracoli"

E' pubblicato da Macro Edizioni
"UN CORSO IN MIRACOLI PARLA DI SE' " di PATRIZIA TERRENO
per il LIBRO -> cliccare qui ..........per l'eBook -> cliccare qui


 

Continua con questa newsletter la rubrica, scritta da Patrizia e inizialmente supervisionata da Kenneth Wapnick, che è basata su uno studio strutturato del corso e vuole offrire agli studenti dei piccoli spunti di riflessione guidata. Non si propone di sviscerare i grandi temi del corso, cosa che può avvenire soltanto attraverso un serio lavoro individuale ed eventualmente attraverso l’aiuto fornito dai seminari, ma di aiutare lo studente volonteroso ed inesperto a riconoscere le trappole che l’ego gli tende proprio mentre tenta di studiare il corso e di applicarne i principi nella propria vita.

LA SCUOLA DEL CORSO

Piccoli spunti di riflessione

-365-

Carissimi studenti del corso,

Dio viene ricordato nell’istante santo e il linguaggio della comunicazione con tutti i tuoi fratelli viene ricordato con Lui. Perché la comunicazione viene ricordata insieme, come la verità. Non c’è esclusione nell’istante santo perché il passato se n’è andato, e con esso finisce l’intero fondamento su cui si basa l’esclusione. Senza la sua fonte l’esclusione svanisce. E ciò permette alla tua Fonte, e quella di tutti i tuoi fratelli, di sostituirla nella tua consapevolezza. Dio e il potere di Dio prenderanno il Loro giusto posto in te, e tu farai esperienza della piena comunicazione delle idee con le idee.
(T-15.VI.8:1-6)

Concludiamo finalmente gli spunti dedicati all’argomento della solitudine, che sono iniziati con il numero 343 (per rileggerli tutti cliccare qui)
Come abbiamo visto il problema della solitudine è essenzialmente interiore e del tutto indipendente dalle situazioni oggettive della nostra vita. Il Corso lo riconduce alla separazione da Dio, nella quale la mente ha scioccamente creduto, precipitando così in uno stato di angoscia e alienazione profonda. Secondo il Corso noi tutti siamo dei frammenti di quella mente che si crede separata e quindi tutti, indistintamente, proviamo nel profondo del nostro cuore un devastante senso di isolamento, alienazione, solitudine, carenza e angoscia esistenziale. Non tutti ne siamo coscienti, e/o non tutti ne siamo sempre coscienti, perché l’ego- allo scopo di sostenere con tutte le sue forze tale separazione- ha ideato dei meccanismi di difesa molto efficaci per impedirci di farne esperienza e quindi assumercene la responsabilità. Questi meccanismi sono la negazione (cioè il negare che questa devastazione sia dentro la nostra mente) e la proiezione (cioè vedere che il problema, quando viene sperimentato, non è determinato da una nostra scelta interiore, ma dai fatti esterni della vita). Per mettere efficacemente in atto queste due difese l’ego ha elaborato il suo colpo più magistrale: darci l’illusione che noi siamo dei corpi. Dato che il corpo è per definizione isolato e separato dagli altri corpi, l’ego ha così reso reale il nostro senso di solitudine, e- rendendolo reale- lo ha reso apparentemente insuperabile.
Per completare la sua strategia, l’ego a questo punto sostiene che la solitudine può essere facilmente risolta mediante l’unione con altri corpi- condividendo con essi gli stessi spazi e gli stessi tempi. Ma non è vero. Le difese fanno ciò da cui vogliono difendere (T-17.IV.7:1), quindi l’unione con i corpi -anche se iniziata sotto i migliori auspici e con le più fondate speranze- non può che determinare ulteriore senso di solitudine e separazione, gettando la mente in un’angoscia ancora più profonda.
Lo Spirito Santo, la Voce Che parla per Dio e quindi corregge l’errore dell’ego ricordandoci la nostra essenziale unione con Lui (definita nel Corso Espiazione), ci propone una diversa strategia: accettare questa unione primigenia, permettendo così il ripristino nella nostra mente di quel naturale senso di completamento, abbondanza, felicità e unione che credevamo di aver perso per sempre. In questo modo le relazioni che- dietro il suggerimento ingannevole dell’ego- avevamo instaurato allo scopo di risolvere il nostro senso di solitudine, divengono l’opportunità per perdonare i nostri errori percettivi, accettando l’Espiazione dentro la nostra mente e sperimentando proprio quell’unione interiore con il Tutto che credevamo di aver perduto per sempre. Il momento in cui sceglieremo di accogliere la proposta dello Spirito Santo dentro la nostra mente costituirà un diverso modo di usare il tempo. Il Corso lo chiama istante santo o istante di perdono. Da quando scegliamo di sperimentare all’interno di una relazione l’istante santo, invece dell’istante non santo o speciale di negazione, proiezione e attacco, ogni relazione passerà attraverso un importante processo di trasformazione, divenendo gradualmente fonte di gioia e felicità crescente. E sperimenteremo una sensazione di completezza e una capacità di comunicazione mai sperimentate prima, perché unione e comunicazione saranno state finalmente ripristinate là dove solo possono esistere: nella mente.

Ti sei unito con molti altri nell’istante santo, ed essi si sono uniti con te.
(T-17.V.10:2)

Con l’augurio di sperimentare molteplici istanti santi di vera e autentica unione, vi giungano i nostri migliori auguri di buone vacanza estive.

Caterina, Fulvio, Isabella e Patrizia

Arrivederci e buona settimana!

Tutti gli spunti già pubblicati vengono riuniti in una pagina del sito. Per leggerli, cliccare qui.
Per imparare a trovare le citazioni, cliccare qui.
Per eventuali domande o chiarimenti, scrivere a patrizia.terreno@PROTECTED

***
Troverete sul sito i CORSI condotti da Patrizia Terreno relativi al mese di
SETTEMBRE - OTTOBRE e FINE NOV.(PERDONO)

 

Ecco una nuova domanda che abbiamo appena pubblicato sul nostro sito tradotta tra quelle pubblicate dal sito della "Foudation for A course in miracles" e due revisionate:
 
D 1261
Ho paura dell’amore se non voglio una relazione?
D 274
Il suicidio non è mai una decisione accettabile?
D 275
Qual è il significato di “estensione”?

Per consultare il Glossario di Un corso in Miracoli
clicca qui
Per scaricare l'errata corrige per l'edizione Armenia-Macro
clicca qui
Per consultare gli incontri in programma
clicca qui

Se apprezzi il nostro impegno comunicacelo, ci aiuterà a lavorare con maggiore entusiasmo
Informazioni Legge della Privacy: Siamo coscienti che e-mail indesiderate sono oggetto di disturbo, quindi ti preghiamo di accettare le nostre più sincere scuse se la presente non fosse di tuo interesse o se tu non avessi mai richiesto l'invio di questa comunicazione. Questo indirizzo e-mail ci è pervenuto a seguito di una e-mail a noi indirizzata, da iscrizione tramite il sito, da collaboratori, da conoscenti o da pubblici registri, elenchi, documenti di pubblico dominio. In relazione al D.lgs. n° 196 del 30/06/2003 riguardante il “Codice in materia di protezione dei dati personali” il trattamento dei dati sarà improntato ai principi della correttezza, legalità, trasparenza e di tutela della riservatezza dei dati personali. Le comunicazioni riguarderanno esclusivamente le nostre attività istituzionali.
I tuoi dati saranno usati esclusivamente per elaborazioni interne e per l’invio e divulgazione di materiale informativo. Non saranno comunicati ad altri soggetti né saranno oggetto di diffusione pubblica. Qualunque utilizzo improprio di dati personali soggetti alla riservatezza è perseguibile a norma di legge.

ASSOCIAZIONE ITALIANA PER “UN CORSO IN MIRACOLI®
Contrada S. Giuliana 26 - 63010 MASSIGNANO (AP) - Tel/fax: 0735 777065
C.F.: 91027150449 - P.IVA: 02033790441 - email: info@PROTECTED - sito web: www.ucim.it

 

 

  • This mailing list is a public mailing list - anyone may join or leave, at any time.
  • This mailing list is announce-only.

Newsletter

Privacy Policy:

Newsletter